Sul palco dell’Arena Virgilio, in Piazza XIX maggio, a Gaeta, giovedì 20 agosto 2015, è andato in scena il musical campione di incassi nei teatri d’Italia: Stelle a metà, il nuovo lavoro scritto da Alessandro Siani, interpretato da Sal Da Vinci, con le coreografie di Luca Tommassini.Tre grandi nomi dello spettacolo italiano che, attraverso una storia di periferia, intendono recuperare e valorizzare l’importanza culturale, musicale e storica di Napoli. La commedia musicale racconta la storia di Nik, un ex cantante di successo, interpretato da Sal Da Vinci, che fonda una scuola di musica per giovani talenti mentre la sua fidanzata, laureata brillantemente a Napoli, emigra a Milano in cerca di lavoro.

Le difficoltà, nel mandare avanti la scuola in quartiere difficile, sono molte, ma la passione, l’impegno, e la volontà di salvare quei ragazzi da un destino fatto di strada ed emarginazione, spingono Nik a lottare con tutte le sue forze per tenere in piedi la sua scuola, che dopo 15 anni rivede la ex fidanzata proprio nel momento di massima difficoltà. Talento, Musica, Giovani, Speranze, Amore: un mix di emozioni trascinati dalla grande voce di Sal Da Vinci e di tanti giovani talenti.

Un richiamo anche agli eccessi del capitalismo che spesso passano sopra i bisogni delle persone in difficoltà ma non in questa narrazione in cui il cuore, l’amore prevalgono!

Nel racconto ci sono diversi richiami agli stereotipi dei settentrionali nei confronti dei partenopei che non potevano mancare in una scenografia ed in una regia realizzata dai creatori di “Benvenuti al Nord” e “Benvenuti al Sud”. A fine spettacolo, l’uscita a sorpresa di Alessandro Siani sul Palco che riceve un omaggio dal sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano con il quale viene annunciato un gemellaggio tra le due città.
    

Stelle a metà chiude la kermesse di grande successo dell’estate gaetana, che ha visto alternarsi i Ditelo Voi, la Traviata, Peppe Barra, nell’Arena Virgilio, promossa dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con Radio Spazio Blu, Labeventi e TEAME20.

La breve recensione viene pubblicata sul blog del Rappresentante Napoletano del Corpo Internazionale di Soccorso dell’Humanitas, ing.Massimiliano Canestro, poichè la storia racconta la vita uno dei tanti volontari impegnati nel sociale, in azioni di recupero di ragazzi appartenenti a quartieri difficili, magistralmente interpretato da Sal Da Vinci, che sceglie di sacrificare se stesso a favore dei più bisognosi, in assenza, come fin troppo spesso accade, di supporto da parte delle istituzioni, rappresentando l’eroe metropolitano di periferia delle nostre città.
      

Annunci