Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

  

L’UNHCR si unisce al lutto del governo e del popolo del Nepal per le vittime del devastante terremoto avvento il 25 aprile. L’Agenzia ONU è pronta a fornire tutta l’assistenza necessaria per aiutare i sopravvissuti ad affrontare questo momento difficile.
“Siamo profondamente addolorati per le migliaia di persone rimaste uccise, ferite o sfollate a causa del disastro. Questi numeri sono in continuo amumento a causa delle frequenti scosse di assestamento e man mano che le squadre di soccorso raggiungono le aree più remote “, ha detto Daisy Dell, Direttore dell’UNHCR per l’Asia-Pacifico. “L’UNHCR è solidale con il Nepal, che ha accolto generosamente migliaia di rifugiati nel corso degli anni.”

L’assistenza fornita dall’UNHCR fa parte della risposta coordinata a livello globale delle Nazioni Unite per aiutare i sopravvissuti al terremoto in Nepal.

In data odierna l’UNHCR sta inviando 11.000 teli di plastica e 4.000 lanterne solari dal suo magazzino di Damak, nel Nepal orientale, ai quartieri orientali collinari di Ramechhap e Okhaldhunga, in risposta alle richieste delle autorità. Più tardi, nel pomeriggio di Lunedì, altri 8.000 teli di plastica e 4.000 lampade solari saranno spediti a Kathmandu da Dubai grazie ad un aereo cargo donato da Sua Altezza lo Sceicco Mohammed bin Rashid Al Maktoum, vicepresidente degli Emirati Arabi Uniti, primo ministro e sovrano di Dubai.

L’Agenzia ha fornito teloni impermeabili per assicurare un riparo per le vittime del terremoto, le cui case sono andate distrutte o che hanno troppo paura delle scosse di assestamento per tornare a casa. In considerazione della mancanza di energia elettrica, l’UNHCR si augura che le lampade solari siano in grado di fornire luce nelle zone colpite e di permettere di ricaricare i telefoni cellulari in un momento in cui le famiglie hanno bisogno di comunicare con urgenza.

L’UNHCR collabora con il governo nepalese fin dai primi anni ‘60 per assistere i rifugiati provenienti dalla regione e non solo. Attualmente sono più di 21.000 i rifugiati provenienti dal Bhutan, accolti in due campi nel Nepal orientale, e circa 650 rifugiati e richiedenti asilo a Kathmandu e dintorni.

 

Per sostenere le operazioni di emergenza UNHCR in Nepal:

–          Conto corrente postale 298.000 (Causale Emergenza Nepal)

–          Numero verde 800 298 000 (info e donazioni)

–          www.unhcr.it (carta di credito)

–          IBAN IT84R0100503231000000211000 (Causale Emergenza Nepal)

DONA ORA: https://www.unhcr.it/dona/15_ob_04




 

 

 


 

Annunci